Vedi quant’è bella questa foto che ho fatto!

By | 2017-12-08T16:47:43+00:00 ottobre 21st, 2017|Categories: Pensieri e parole sulla fotografia|Tags: , , , , , , |

Vedi quant’è bella questa foto che ho fatto!

Omnis ars imitatio est naturae

Tutta l’arte è imitazione della natura

 

Havana. CubaNon so se a qualcuno di voi è mai capitato di sentire la frase: vedi quant’è bella questa foto che ho fatto!

A me tantissime volte… purtroppo sì, capita spesso e volentieri questa situazione, capita sempre all’improvviso, quando meno te l’aspetti e soprattutto se si sta svolgendo un lavoro importante, sembra fatto apposta come un assioma di Murphy.

Cosa rende bella una foto sembra un concetto difficile da capire per alcuni, il distinguere poi se è bella la foto o il soggetto è addirittura arduo.

La nostra cultura artistica, e per nostra intendo italiana, è scesa a tal punto di non saper più distinguere il brutto dal bello e viceversa. L’italia un tempo era ritenuta la patria dei più grandi artisti, era il posto dove più di tutti si viveva nel bello, l’italiano era considerato da tutto il mondo il maggiore esportatore del concetto di bellezza, in tutto, nell’architettura, nella moda, finanche nella cucina. La maggior parte di noi con gli anni e la tecnologia ha perso il senso artistico che ci portavamo dentro nel DNA da secoli.

Lo vedo nelle scuole e per strada, sento la gente parlare, comunicano e si intralciano da soli, abbandonati a se stessi, organizzano mostre e parlano di arte… Insomma, per dato di fatto mostrano, criticano e insegnano l’arte.

L’arte è una cosa seria, io non saprei neanche da dove cominciare, le foto non le faccio per senso artistico, ma per passione.

Tempo fa in un piccolo paese della Campania ho assistito alla  presentazione di un libro , promosso dal comune, che raccontava attraverso una serie di fotografie e di immagini la bellezza

Tutti fotografi

By | 2017-12-08T16:48:37+00:00 ottobre 17th, 2017|Categories: Pensieri e parole sulla fotografia|Tags: , , , , , , , , , , |

TUTTI FOTOGRAFI

L’epoca dell’elettronica di consumo

 

Tutti fotografi

Oggi è il tempo di riflettere cosa sia una fotografia, o almeno quella reale, abbiamo bisogno e sentiamo la necessità di fotografare e essere fotografati, essere immortalati in ogni dove, stiamo vivendo l’epoca del cretinismo dove l’utilità della fotografia è stata compromessa da un circuito elettronico. Circuito elettronico che aiuta anche e soprattutto il fotografo, ma il problema non è questo, e forse non sono neanche tutti i fotografi.

L’epoca dell’elettronica di consumo ha dato i suoi frutti, oggi si crede tanto e troppo che il fotografo, ormai razza rara, sia l’elemento minore, quello per cui forse serve e forse no. Lavorando a stretto contatto con privati e aziende, le considerazioni delle stesse  verso un fotografo professionista sono a livelli bassi se non nulli, eppure quando un prodotto o un ricordo viene fotografato da un professionista magicamente l’umore e l’emozione verso quel determinato prodotto o ricordo sale, il prodotto riceve più vendite o quel ricordo diventa elemento essenziale di vita.

Allora perché siamo tutti fotografi…? Siamo tutti fotografi per definizione e non di fatto, il fotografo professionista è un’altra cosa. Le case di produzione come nikon, canon, sony, apple, xiaomi, samsung, huawei, ecc.. (cito queste per elevato volume di vendite) ci stanno illudendo, tramite spots pubblicitari (realizzati da professionisti) facendoci  illudere di fotografare e fare video come un professionista. In parte però c’è un fondo di verità, e cioè che per struttura elettronica il dispositivo fa il lavoro di  una vera reflex. La cosa più strana però è che quasi nessuno si domanda quanto costa una reflex digitale di fascia alta, perché ci sia tutta questa differenza di prezzo, e per finire, quanto e perché degli obiettivi fotografici costano quanto una reflex professionale.